domenica 24 aprile 2011

So...

In questo periodo sono molto per il "Non rispondo che è meglio".
Sono arrivata ad un punto che non mi va nemmeno di "controbattere" di dover "spiegare" perché una cosa non mi va, non mi piace, o non mi interessa in quel momento.

Si tratterà di Superficialità?
Non saprei.
Io la considero solo stanchezza.
Ne ho sentite e sto sentendo davvero troppe, che arrivare a "commentare" qualsiasi cosa sarebbe eccessivo pure per "Alfonso Signorini".


Se solo oltre al farmi i "cavoli miei" riuscissi anche a non "interiorizzare" sarebbe una svolta.
Invece io riesco a far cadere al momento, ma poi rimugino e rimugino su per giorni, e questo non è per niente carino. Lo pensa anche il mio stomaco.
Quindi mi ritrovo, spesso spessissimo, con una parte di me che
manderebbe costantemente a 'fanculo tutti e tutto, senza nemmeno spiegare.
Ma è educata e poi per ovvi motivi non lo fa.
La cosa peggiore è che la parte "buona" gli da man forte.
E come si fa a questo punto? L'unica cosa che riesco a "governare" è il non reagire d'istinto.


Anche se a volte, un paio di urlacci, mi farebbero sentire meglio sicuramente. Ma poi, servirebbero davvero? Risolverebbero qualcosa?
La mia opinione interessa davvero a qualcuno?

E' triste da dire, eh, ma ho notato che se non "dico niente" le cose andranno comunque avanti da sole.
Quindi, oltre a farmi incazzare lì per lì, se mi mettessi a litigare per ogni cosa, ne uscirei "esaurita" e con il bisogno di una sacco di Maalox.
Quindi lascio stare, lascio correre, che tanto delle mura si troveranno prima o poi sul "cammino" e non ce le metterò di certo io. No.

Eh beh.
Dopo questa "esternazione" non mi resta che augurare "Buona Pasqua -con chi vuoi- " a chi passa di qua.

2 commenti:

  1. buona pasqua!!! http://redpassioncy.blogspot.com/

    ti seguo!

    RispondiElimina
  2. :D Ciao! Grazie, ricambio subito! :D

    RispondiElimina